Gli ausili

Alla Lega del Filo d'Oro gli ausiliFacilitano la comunicazione e l’interazione permettendo alla persona disabile di essere l’artefice delle proprie scelte e decisioni. Il Centro di Ricerca della Lega del Filo d’Oro con i propri ... tecnologici sono preziosi strumenti per far uscire dal buio e dal silenzio chi non vede e non sente. Per consentire loro di esprimere i propri bisogni e interagire con gli altri, nel faticoso percorso verso l'autonomia, l'indipendenza e la comunicazione.

"Il supporto degli ausili tecnologici sta diventando sempe più importante, - ha dichiarato Patrizia Ceccarani Direttore del Centro di Riabilitazione di Osimo - perché ci viene in aiuto nell'intervento educativo-riabilitativo. La possibilità di apprendere un codice comunicativo piuttosto che un altro dipende dai sensi residui della persona sordocieca, dalle caratteristiche motorie, dal livello cognitivo ed emozionale".

Ecco alcuni esempi di ausili tecnologici:

 

Per le persone con pluriminorazioni psicosensoriali:

  • I V.O.C.A., Voice Output Communication Aids, sono ausili specificamente progettati per supportare la comunicazione di persone prive di parola. Le loro caratteristiche principali sono la portatilità e l'uscita in voce dei messaggi.
     
  • BigMack è un ausilio per la comunicazione a singolo messaggio, con uscita in voce registrata, dedicato a bambini con grave disabilità. Il suo funzionamento è elementare: basta registrare su BigMack un messaggio utile all'utente e porre sulla superficie un'immagine che ne richiami il contenuto; successivamente, l'utente potrà usare quel messaggio nel contesto appropriato, premendo la superficie colorata.
     
  • Gli Step-by-Step permettono di registrare messaggi in sequenza per un tempo totale di 75". Ad ogni pressione, vengono emessi, uno dopo l'altro, i messaggi registrati. I messaggi in sequenza si prestano a molti usi diversi, come le interviste (come ti chiami? quanti hanni hai?), i saluti, le conversazioni rituali (Ciao mamma. Ho fame. Voglio giocare) o giochi che implicano ripetizioni.
     
  • Il gioco a fini educativi e l'uso di grossi pulsanti (switch), che permette di superare eventuali difficoltà motorie, sono il motivo dei cosiddetti "giochi a Switch". Premendo lo switch, si attiva il gioco (ad es. peluche e bambolotti parlanti). In questo modo, il bambino con problemi psicosensoriali, facilità l'apprendimento del concetto di causa ed effetto: una base da cui partire per costruire abilità più complesse.

 

Per le persone con sordocecità:

  • WinLucy è un software gratuito che permette a ipovedenti, non vedenti e sordociechi di utilizzare il computer in modo "semplificato". Alle funzioni di lettura del quotidiano e di gestione di posta elettronica, media player, skype, agenda, rubrica ed editor, si è aggiunta ora quella di ascolto/lettura di audiolibri in collaborazione con il Centro Internazionale del libro parlato di Feltre "Adriano Sernagiotto".
     
  • I Video Ingraditori sono strumenti che, dove il residuo visivo lo consente, permettono di vedere ingranditi testi e immagini. Il sistema integra una telecamera e un monitor: la telecamera riprende il foglio che si vuole visionare, il monitor riporta l'immagine ripresa in modalità ingrandita. Vi è anche la possibilità di presentare l'immagine a video opportunamente filtrata e migliorata per le differenti tipologie. Possono essere da tavolo o portatili. Questi ultimi consentono una maggior facilità e velocità di impiego da parte dell'utente.
     
  • Con la Sintesi Vocale, gli utenti con residuo visivo o impianto cocleareE’ una protesi elettronica in grado di ripristinare la percezione uditiva nelle persone con sordità profonda, ed è utilizzato quando le protesi uditive non ottengono il risultato sperato. ... possono utilizzare dei software che vocalizzano il testo presente sul monitor di un pc, un tablet o un cellulare. Ad ogni operazione la sintesi vocalizza le informazioni più importanti per proseguire l'attività ed orientarsi all'interno delle differenti operazioni.
     
  • I Lettori Automatici, utilizzano la tecnologia di "riconoscimento del testo", sono in grado di convertire un documento cartaceo in informatico, quindi presentarlo all'utente nella modalità di lettura più opportuna (sintesi vocale o barra BrailleIl sistema di scrittura inventato nel 1829 da Louis Braille si basa su 64 possibili combinazioni realizzate con sei punti in rilievo contenuti in un rettangolo di circa 4 x 7 mm. In questo modo ...).
     
  • Per gli utenti con buona capacità di lettura del Braille la tecnologia offre un sistema ideale per l'accesso all'utilizzo del computer. La Barra Braille è composta da un numero variabile da 20 a 80 celle che elettronicamente rappresentano una parte delle informazioni presenti sul video del pc. Con questo sistema, come con la sintesi vocale, è possibile utilizzare le applicazioni informatiche più comuni: posta elettronica, internet, social network da pc, tablet o smartphone.
     
  • Le Tastiere: esistono principalmente due tipologie di tastiere: le tastiere fisse e le tastiere programmabili.

    Le tastiere fisse vengono prodotte per un particolare tipo di problematica e presentano perciò caratteristiche particolari che le rendono a volte anche molto differenti le une dalle altre. Le più utilizzate sono le tastiere espanse, in cui i tasti sono molto più grandi del solito, a volte anche più distanziati fra loro e ben visibili a chi ha particolari problemi di vista.

    Le tastiere programmabili invece hanno una superficie piana suddivisa in celle sensibili alla pressione e grazie al proprio software è possibile associare un simbolo della tastiera ad una specifica casella, oppure a più celle vicine, che si comportano così come un unico tasto di grandi dimensioni. E' anche possibile associare ad una cella una sillaba, un'intera parola, una frase, un'immagine, un comando, un suono, ecc.
     

Scarica il Manuale degli Ausili