Giornata Nazionale del Braille

21 Febbraio '14
Data svolgimento: 
21 Febbraio '14

La tecnologia a supporto delle persone sordocieche

Giornata nazionale Braille

 

Il 21 febbraio ricorre la Giornata Nazionale del Braille, momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone non vedenti. Il braille è un sistema di scrittura e lettura a rilievo messo a punto dal francese Louis Braille nella prima metà del XIX secolo che consiste in simboli formati da un massimo di sei punti, impressi su fogli di carta.
Le nuove tecnologie, associate a questo sistema, permettono anche alle persone sordocieche di avere accesso all’informazione e di comunicare tra loro e con il mondo.

Venerdì 21 febbraio le sedi di Lesmo (MB) e Roma della Lega del Filo d’Oro, in contemporanea con la sede Apri di Torino, la sede della Cooperativa Aurelio Nicolodi di Bari, la sede dell'Associazione 104 Orizzontale presso Palavolcan di Acireale (CT) e la sede sede Unione Italiana Ciechi di Padova, hanno ospitato la presentazione del Braille Sense Mini, strumento dell’azienda Coreana Hims, leader nel mondo nella produzione di tecnologie per la vita indipendente dei ciechi. Si tratta di un oggetto dalle piccole dimensioni 17,2x9x2,7 cm, dotato di tasti, display braille e sintesi vocale che permette ai  non vedenti di connettersi facilmente con tutti i sistemi che normalmente usano le persone per comunicare (SmartPhone, PC, ecc…). Lo strumento consente di leggere e scrivere testi, relazionarsi con i social network, elaborare dati, inviare e ricevere mail, prendere appunti, registrare conferenze; inoltre, grazie all’introduzione delle segnalazioni a vibrazione, permette alle persone sordocieche di comunicare facilmente tra loro e con gli altri ed è per questo che è già da qualche tempo in uso presso la Lega del Filo d’Oro.

L’appuntamento ha dato la possibilità a tante persone di provare come grazie al Braille e alle nuove tecnologie i non vedenti e i sordociechi possano avere accesso all’informazione. Le sedi erano tutte collegate in videoconferenza così da permettere ai partecipanti uno scambio fattivo della loro esperienza.