Il linguaggio Pittografico

Pensato per chi ha un residuo visivo, il linguaggio pittografico usa le immagini per veicolare concetti più o meno complessi.

Nelle foto sotto vediamo due nostri ospiti alle prese con la procedura per apparecchiare la tavola: l'agenda che sta consultando reca infatti la corretta succesione delle suppellettili da utilizzare. Avendo già collocato tovaglietta e bicchiere, ecco che è apparsa l'immagine delle posate, cui seguirà quella dei piatti, del tovagliolo e così via.

A seconda delle competenze dell'utilizzatore, il linguaggio pittografico può essere più o meno concreto.

Viene usato infatti anche per esprimere indicazioni diverse, soprattutto per i più piccoli: un viso felice seguito dall'immagine di un'attività gradita può infatti significare che se il bambino farà il bravo, avrà un premio.

 

Un utente apparecchia la tavola

Un utente apparecchia la tavola