Anna: libera di volare

Si dice che ci sia per tutti noi la possibilità di un grande cambiamento nella vita, che equivale a una seconda possibilità di nascere.

La storia di Anna racconta proprio questo: una rinascita.

Torniamo indietro di qualche anno, da dove tutto è cominciato.
Anna, nata cieca, a 6 anni porta ancora il pannolino e ha atteggiamenti aggressivi anche verso se stessa. La sua disabilità è dovuta a una sindrome sconosciuta, tuttora senza una diagnosi certa. 

Non comunica se non con il pianto. 

Sua mamma, Marisa,  si rivolge alla sede territoriale di Molfetta della Lega del Filo d’Oro  e incontra Ivana, assistente sociale. La situazione è drammatica ma viene subito inquadrata la necessità di creare una rete di sostegno per la famiglia di Anna e per la bimba stessa. Inizia così un lavoro fondamentale sul territorio e con il territorio, non sempre semplice ma fondamentale.

Dona ora

Anna intanto cresce e a otto anni nonostante sia già andata al Centro Diagnostico per una valutazione iniziale e per un trattamento a termine, ritorna ad Osimo.
Inizia così un percorso di due anni in cui il lavoro costante di educatori ed operatori sulle sue potenzialità residue permettono alla bambina di fare progressi, di imparare a dormire da sola nel suo letto, di ridurre gli atteggiamenti aggressivi e di riuscire a relazionarsi meglio con il mondo attraverso i segni di “basta” e “ancora”,  àncore della sua autonomia per esprimere pensieri e desideri.

Anna torna a casa sua, in Puglia, e incontra altre persone importanti che la guidano nella sua vita quotidiana: l’insegnante di sostegno, l’educatrice della scuola e gli operatori della sede territoriale della Lega del Filo d’Oro di Molfetta, oltre agli straordinari compagni di classe di Anna, collaborano tra di loro e con la famiglia.

Dona ora
 

Oggi Anna ha 14 anni e frequenta la seconda media, è riuscita ad integrarsi bene a scuola: i suoi compagni di classe, tutti insieme, le hanno scritto una lettera dolcissima in cui dicono di amarla incondizionatamente e la ringraziano di tutto quello che hanno imparato grazie a lei.

Insieme alla sua classe ha realizzato un disegno speciale. Ognuno dei suoi compagni ha oggi una t-shirt decorata con il disegno di Anna: è un aquilone colorato, simbolo di libertà, amicizia, speranza e gioia. 

La storia di Anna è il risultato di un grande lavoro di integrazione e di collaborazione, perché insieme si può davvero fare la differenza.

Versione mobile: