Nicole Pia, una vita che sta sbocciando

 

Mi chiamo Liliya e oggi voglio raccontarti una storia: quella di Nicole, mia figlia.

La mia bellissima bambina è nata al quinto mese e mezzo di gravidanza, molto prima del termine naturale. Era lunga 31 cm e pesava solo 460 grammi, ma ha lottato sin da subito, dal primo respiro. Nutrita e ventilata artificialmente, pochi giorni dopo il parto è entrata in coma, ma ce l’ha fatta: è una vera combattente.

La prematurità estrema però ha comportato severe conseguenze sia alla vista che all’udito

Aiuta Nicole Pia

Sebbene la situazione fosse drammatica, non ci siamo arresi: per due anni e mezzo abbiamo macinato chilometri tra ospedali, visite specialistiche e interventi chirurgici. Poi finalmente siamo arrivati alla Lega del Filo d’Oro dove abbiamo iniziato il primo importantissimo trattamento precoce. Ci hanno spiegato che i genitori sono i migliori educatori, incoraggiandoci dicendo che la tenacia e l’impegno della famiglia avrebbero dato i loro frutti. Dopo quell’incontro, nei nostri cuori si è riaccesa la speranza. Ci hanno insegnato come instaurare un contatto con nostra figlia; abbiamo imparato ad affrontare le esigenze quotidiane, stimolando Nicole giorno per giorno per aumentare il suo grado di autonomia.

Così, grazie al percorso di riabilitazione studiato per lei dalla Lega del Filo d’Oro, Nicole, che prima si nutriva con il sondino, ha imparato a masticare e a deglutire. A tre anni ha tolto il pannolino. Infine, un’incredibile scoperta: Nicole, che portava così malvolentieri l’apparecchio acustico, poteva sentire le voci delle persone attorno a lei. E’ stato lo specialista della Lega del Filo d’Oro a dirci di provare senza apparecchio. Così Nicole ha scoperto la musica, ha imparato a suonare il pianoforte, ma, soprattutto, a parlare: “Amore mio, non mi lasciare” sono queste le prime indimenticabili parole che mi ha detto mentre l’accompagnavo per la prima volta alla scuola materna. Le parole della sua canzone preferita. Le parole che, come madre non dimenticherò mai. Ascoltare la sua voce è stata un’emozione indescrivibile.

Aiuta Nicole Pia

Oggi Nicole ha dodici anni, è una ragazza bellissima che frequenta la scuola media, ama la danza, il nuoto e il pianoforte. I traguardi raggiunti sono molti, ma abbiamo ancora tanta strada da percorrere: i bambini “speciali” sono così: prontissimi a regalarci sorprese inimmaginabili a patto che si continui il percorso riabilitativo in maniera continuativa e costante, in strutture specializzate in grado di scoprire tutti i tesori, le potenzialità, che sono nascoste in ognuno di loro.

Se guardo al futuro, io ho fiducia. Perché so che accanto a noi ci saranno sempre la Lega del Filo d’Oro e tutte le persone che la sostengono.

Mamma Liliya