I Sorrisi della Lega del Filo d'Oro

Prova ad immaginare di non poter vedere, sentire, parlare. E di avere bisogni ed emozioni, dentro di te, che non trovano la strada per uscire.

Un bambino sordocieco e pluriminorato cresce così, prigioniero di un silenzio e in un buio profondo.

Da oltre 50 anni lavoriamo accanto ai bambini sordociechi e pluriminorati psicosensoriali per accendere in loro la scintilla che fa nascere il sorriso e la voglia di aprirsi al mondo. La tua vicinanza per noi è veramente importante. La Lega del Filo d’Oro si impegna affinché tutti i bambini che hanno bisogno di aiuto e le loro famiglie non vengano lasciate sole, mai. Non esistono casi impossibili, per noi.

Il giullare che accende i sorrisi

Come la nostra fondatrice Sabina Santilli diceva sempre: «Tutti sono educabili, anche il più grave dei gravissimi». Il percorso di riabilitazione di chi non vede e non sente può cominciare anche da una carezza! Il contatto umano e corporeo infatti è il primo passo per costruire una relazione con un bambino sordocieco. Il passo successivo è lasciarlo giocare e fargli sentire che c’è condivisione, vicinanza, partecipazione. È importante osservarlo bene per capire cosa lo appassiona. È da lì che nasce lo spunto per inserire un gesto che significa «ancora», invogliandolo così a chiedere qualcosa.

Inizia così un “dialogo” fatto di minimi gesti, in cui è fondamentale prestare la massima attenzione ai dettagli. Un «mmm» del nostro bambino può voler dire «mi piace», una sua particolare espressione del viso esprime forse interesse, mentre un certo modo di girare gli occhi dice, magari, «ho sonno». Bisogna insistere con molta pazienza e non smettere mai!

Con impegno e passione i nostri educatori cercano quotidianamente nuove tecniche e metodi per stimolare i sensi residui dei bambini sordociechi con giochi di apprendimento, vibrazioni di strumenti musicali, storie raccontate facendo “parlare le mani” tramite marionette da dito come quella che vedi in foto.

Il sorriso di un bambino che fa una nuova scoperta o raggiunge una sua piccola conquista è sempre il frutto di un grande e intenso lavoro un passo dopo l’altro, in cui ogni momento è importante. Soprattutto in tenera età, per questo è fondamentale intervenire il più precocemente possibile. Come facciamo grazie al nostro Centro Diagnostico di Osimo, dove comincia il percorso di riabilitazione e dove opera uno staff multidisciplinare di specialisti qualificati. La loro esperienza e quella di tutti i nostri educatori, maturata in tanti anni di impegno nella ricerca, nella riabilitazione e nella diagnosi delle disabilità plurime, fa veramente la differenza!

La vita dei nostri piccoli ospiti cambia radicalmente grazie al percorso continuo e personalizzato che assicuriamo loro.

Fai un donazione in nostro favore, e ricevi a casa il portachiavi con la marionetta da dito che accende i sorrisi!

Continua a stare al nostro fianco. Grazie per quanto farai!

Il giullare che accende i sorrisi