La psicologa Catia Sartini ci spiega il significato dell’attività Musica di Stagione

28 marzo 2019

Autore: Catia Sartini - Psicologa al Centro Nazionale di Osimo

Condividi la Testimonianza

“I nostri bambini sono coinvolti nell’attività Musica di Stagione.

È un momento vissuto in gruppo durante il quale la stimolazione sensopercettiva proposta caratterizza una specifica stagione. La musica di sottofondo, il profumo dei fiori, il gusto della frutta, un oggetto: tutto in questo caso racconta l’arrivo della primavera.

Per i nostri piccoli ospiti, l'educazione sensopercettiva attraverso i suoni, odori, sapori, colori, sensazioni tattili è sempre parte integrante e punto di partenza del percorso di riabilitazione. Con questa attività in particolare si richiama l’avvicendarsi delle stagioni e il passare del tempo, un concetto difficile per chi, come i bambini seguiti dalla Lega del Filo d’Oro, ha problemi di vista e udito e altre disabilità, fra le quali quella cognitiva.

Attraverso la ripetizione di esperienze concrete si facilita infatti la percezione della ciclicità del tempo. Oggi hanno dato il benvenuto alla Primavera!”

Fai in modo che la storia non si fermi

Commenta la Testimonianza