Scoprire la Pasqua attraverso i sensi: parola a Patrizia Ceccarani, Direttore Tecnico Scientifico della Lega del Filo d'Oro

27 marzo 2018

Autore: Patrizia Ceccarani - Direttore Tecnico Scientifico

Condividi la Testimonianza

La Pasqua si sta avvicinando...come la vivono i bambini seguiti dalla Lega del Filo d'Oro?

Bambini, giovani e adulti seguiti dall'Associazione presentano delle disabilità così complesse che la festa della Pasqua viene percepita e vissuta da ognuno di loro in modo diverso. I nostri ospiti infatti grazie al percorso di riabilitazione imparano a scoprire il mondo attraverso i loro sensi residui. Tatto, olfatto e gusto diventano strumenti preziosi per conoscere la realtà. È un percorso non semplice, che li aiuta ad uscire dall'isolamento in cui chi non vede e non sente tende a rinchiudersi e permette loro di aprirsi al mondo esterno, di conoscerlo e di avere delle relazioni.

La vera sorpresa di Pasqua per i nostri ospiti sordociechi è dunque scoprire il mondo che li circonda.

Anche i nostri bambini "sentono" l'arrivo della Pasqua. Pensiamo all'uovo...quante stimolazioni racchiude...dalla carta liscia che lo ricopre, al suo rumore crocchiante quando si accartoccia, la forma liscia dell'uovo, l'odore del cioccolato...e infine il gusto!

Sì, posso dire che la stessa meraviglia che leggiamo negli occhi di un bambino quando apre l'uovo di Pasqua la ritroviamo sul viso dei bambini della Lega del Filo d'Oro quando scoprono il mondo con i loro sensi.

Buona Pasqua!

Fai in modo che la storia non si fermi

Commenta la Testimonianza