Osimo

Per la prima volta i sostenitori sono stati accolti nel nuovo Centro Nazionale. Sono state più di 300 le persone che il 25 e 26 maggio hanno toccato con mano i risultati della loro generosità.

Quest’anno abbiamo voluto dimostrare a chi ci sostiene come sia bello essere quel filo che mette in contatto con il mondo chi non vede e non sente, come insieme si possa costruire #uncontattochevale.

Infatti, durante le giornate c’è stata la possibilità di preparare una torta con Sophia, di ascoltare la musica attraverso le vibrazioni con Francesco, di scrivere poesie con Giovanna, di provare a realizzare un cesto con Antonio.

Non potevano mancare le testimonianze dei genitori che con forza, ogni anno, ribadiscono quanto l’incontro con la Lega del Filo d’Oro abbia cambiato la loro vita e quanto sia importante per tante altre famiglie poter accedere ai servizi dell’Associazione motivo per il quale è sorto il Centro Nazionale.

In questa edizione, in modo particolare, sono state coinvolte le persone sordocieche seguite dai Servizi Territoriali perché il legame con il territorio e con le realtà di appartenenza è la tappa principale di un percorso continuo di riabilitazione ed inclusione.

Grazie a tutto coloro che hanno deciso di trascorrere queste giornate con noi e a tutti coloro che ogni giorno lasciano la loro impronta sul cammino dei nostri ragazzi!

Al prossimo anno!

Tags: