Termini Imerese

Circa 40 persone hanno visitato il Centro di Termini Imerese, il 25 e 26 maggio per vedere con i propri occhi e "sperimentare sulla propria pelle" le attività che vengono svolte all'interno dell'Associazione.

Quest’anno abbiamo voluto dimostrare a chi ci sostiene come sia bello essere quel filo che mette in contatto con il mondo chi non vede e non sente, come insieme si possa costruire #uncontattochevale.

Così le persone accolte hanno potuto incontrare i ragazzi nei loro appartamenti, visitare la bellissima piscina per l’idroterapia, riconoscere al tatto tessuti e materiali diversi con gli occhi bendati.

È proprio sperimentando sulla propria pelle come vivono le persone sordocieche che si crea un contatto profondo con loro.

Dopo aver ascoltato le toccanti testimonianze dei genitori, dei volontari e delle persone sordocieche seguite dal Servizio Territoriale, i nostri amici e sostenitori hanno potuto lasciare un’impronta come simbolo di contatto tra loro e i nostri ospiti.

Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno deciso di trascorrere queste giornate con noi!

Al prossimo anno!