Progetti Europei

 

MDVI Gruppo di lavoro MDVI (MULTIPLY DISABLED VISUALLY IMPAIRED EUROPEAN NETWORK)

 

I progetti europei si confermano un efficace mezzo per incrementare le nostre conoscenze, rafforzare i rapporti di collaborazione in atto con specialisti internazionali e creare nuove relazioni con istituti di ricerca ed università esteri. Inoltre, consentono ai nostri utenti di sentirsi sempre più parte attiva della società.

Ogni progetto favorisce un confronto di metodologie operative, di materiale cartaceo e multimediale, di tecnologie, ma soprattutto una comunicazione costante con gli Istituti partner, conferendo alla Lega del Filo d'Oro una dimensione sempre più europea.
Si può dunque affermare che tali attività sono volte a migliorare la qualità di vita degli utenti, perché individuando e studiando i loro bisogni, permettono all’Ente di potenziare i servizi erogati.

Elenco dei progetti europei che ci vede coinvolti:

  1. OPEYE: E’ attivo il nuovo progetto europeo “Open and portable software library for rapid eye tracking” – OPEYE (2016-2018).  Questo progetto è volto a migliorare la qualità di vita delle persone MDVI (Multiple Disability Visual Impairment) grazie all'interazione con i computer.
    L’utente spesso è “bloccato” a causa di problemi legati alla sua disabilità e con l’uso della tecnologia può apprendere in modo più efficiente.
    Il progetto non solo influisce in modo positivo sull'efficienza di apprendimento del singolo, ma apre nuove opportunità a persone che non sono in grado di usare il computer.
    I partner, oltre alla Lega del Filo d’Oro, sono: 1) Institut pour Déficients Visuels - Lussemburgo (capogruppo); 2) FUNDACION ASPAYM CASTILLA Y LEON – Spagna; 3) POLITECHNIKA WARSZAWSKA - Warsaw University of Technology – Polonia; 4) Institute for blind and partially sighted children Ljubljana – Slovenia.

  2. J.O.B.S. MDVI: Il termine inglese “J.O.B.S.” vuol dire “lavori” ed è diventato l’acronimo  delle ultime parole del lungo titolo del progetto europeo “Training for professionals working with individuals with multiple disabilities and visual impirment on finding jobs and opportunities that benefit society - J.O.B.S. MDVI. 2011-2013”
    Molto importanti gli obiettivi:  aumentare la consapevolezza nelle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, concentrandosi sui loro punti di forza, e aiutarle a sviluppare il diritto di scelta anche in un contesto occupazionale; far comprendere alla società che anche le persone disabili debbono poter godere di questo diritto, favorendo un’integrazione attiva e creativa, anche attraverso la formazione professionale e l’educazione; fornire le competenze professionali agli educatori/insegnanti per sostenere le persone sordocieche e pluriminorate  psicosensoriali nel loro percorso di transizione verso l’età adulta e quindi verso il mondo del lavoro.

  3. Block Magic: Lo scopo del progetto è quello di apprendere la metodologia didattica che passa attraverso l’uso di “blocchi logici”, con un lavoro pedagogico e clinico che coinvolge in ogni sua fase gli insegnanti e gli educatori, volto a migliorare le capacità logiche e di apprendimento cognitivo, per svilupparle negli anni dell’infanzia e dell’adolescenza. Il progetto terminerà il 30/12/2013 - approfondisci e scarica: Flyer e Poster.

  4. IMAGINE MDVI - An Inclusive forum to develop Movement, Action, Gesture, Improvisation, Negotiation and Expression of Multiple Disability Visual Impairment adults (il progetto terminerà ad agosto 2014): L'obiettivo del progetto è quello di sfidare e in molti casi cambiare la percezione del concetto di Teatro, in modo da poter includere gli attori con disabilità visiva associata ad altre patologie (MDVI).
    Si esplora la cultura, la metodologia, la formazione, l'inclusione e il ruolo attuale del teatro per i giovani con MDVI.
    In particolare si esamina il significato del teatro in ogni cultura, cercando nelle pratiche di ognuno, la condivisione di idee, nonché di trovare un "terreno" comune. Ogni organizzazione dei paesi Partner, si impegna  nel teatro e nelle relative attività, ma in modi diversi.
    Attraverso la discussione, la condivisione di foto e DVD sull’esperienza del teatro, i partner hanno dimostrato che stanno lavorando seguendo le stesse modalità e per gli stessi obiettivi, pur avendo gli utenti caratteristiche diverse.
    Si tratta di un primo passo verso la creazione di una serie di 'raccomandazioni' - un documento che offrirà consigli, risorse e materiali per i professionisti che lavorano con i gruppi MDVI nell'ambiente teatro.
    Uno degli obiettivi del progetto è quello di scegliere un'opera classica in cui ogni partner partecipante al progetto crea un adattamento adeguato per il proprio gruppo di utenti. E’ stato scelto Shakespeare perché tanti dei suoi lavori evocano un'atmosfera drammatica, creano un ambiente sensoriale e richiedono una risposta emotiva. Inoltre, le sue opere possono essere adattate ai diversi livelli di competenza degli utenti. Quindi, fino maggio  2014, ogni paese lavorerà con la propria interpretazione individuale alla commedia 'La Tempesta' di Shakespeare.