Con il Malossi la mano diventa "l'antenna dell'intelligenza e del cuore"

20 Aprile '17
Data svolgimento: 
20 Aprile '17

Malossi

L'8 maggio ricorre l'anniversario della nascita di Eugenio Malossi (1885), italiano inventore del sistema di comunicazione che da lui ha preso il nome.

Le persone sordocieche utilizzano diversi sistemi di comunicazione che variano a seconda che vi sia una perdita totale di vista e udito o siano presenti residui nei canali sensoriali. E il Malossi è il modo più semplice e rapido per comunicare con una persona sordocieca, a patto che questa abbia appreso l'alfabeto e la scrittura.

Dicono che attraverso il Malossi la mano diventi "l'antenna dell'intelligenza e del cuore". Dalla A alla O si batte, dalla P alla Z si pizzica: ogni lettera ha il proprio posto sul palmo della mano, che diventa una "tastiera".

Esiste un modo per far parlare il Malossi anche a chi non lo conosce: si scrivono le lettere su un guanto bianco, con due colori diversi per distinguere quelle da pizzicare e quelle da battere, la persona sordocieca si infila il guanto e chiunque, così, è immediatamente in grado di dialogare con lei.

Malossi