Fondazione Mon Soleil. Nella cucina didattica cresce l’autonomia

19 Aprile '19
Data svolgimento: 
19 Aprile '19

Fondazione Mon Soleil e la Lega del Filo d'Oro

La famiglia Fossati conferma la sua vicinanza al Centro Residenziale di Lesmo

Quello di Lesmo è stato il primo Centro della Lega del Filo d’Oro fuori dalle Marche: inaugurato nel 2005, sorge su un terreno donato dal cavalier Danilo Fossati. Oggi a Lesmo c’è una cucina didattica, dono della Fondazione Mon Soleil, legata a Sveva e Alessandro, eredi di Luca, figlio del cavalier Fossati. Una bella storia di solidarietà che continua negli anni.

La cucina è una vera palestra riabilitativa, in cui fare esperienze sensoriali (cosa più del cibo stimola gusto, olfatto e tatto?) ma anche incrementare l’autonomia. Il laboratorio coinvolgerà sia i giovani e adulti con sordocecità residenti al Centro di Lesmo (45), sia quelli che fanno riferimento ai Servizi Territoriali (92). Preparare semplici piatti, fare la spesa, conoscere gli alimenti, utilizzare gli utensili… se aggiungiamo anche quel necessario pizzico di creatività e la soddisfazione di “fare qualcosa con le proprie mani”, è facile capire perché ai fornelli si costruisce l’autostima

«Non vediamo l’ora che la cucina didattica entri in funzione», ammette Andrea Montagni, membro del consiglio di Fondazione Mon Soleil: «Conosciamo da tempo la Lega del Filo d’Oro, ma un conto è sentire raccontare le cose, un altro è vederle. Siamo stati per la prima volta a Lesmo per l’avvio di questo progetto, abbiamo avuto un’ottima impressione non solo del Centro e di come è tenuto e organizzato, ma soprattutto della qualità dell’impegno della “Lega”».