Il Cuoco siciliano Filippo La Mantia al Centro di Lesmo della Lega del Filo d'Oro

18 Ottobre '19
Data svolgimento: 
18 Ottobre '19
 
Il cuoco Filippo La Mantia ha dedicato una giornata speciale alla nostra Associazione.  Nel Centro di Lesmo ha infatti coinvolto bambini e ragazzi sordociechi nell’esecuzione di una delle sue ricette più famose: il Cous Cous, proposto nei suoi ristoranti dal 2001 e che per l’occasione è stato rinominato “La semola dell’integrazione”
 
Da quest’anno alcuni chef sono diventati testimonial della campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi #unastoriadimani. Le mani di un cuoco sono infatti un prezioso strumento di lavoro ma sono anche mezzo ed espressione della sua creatività. Toccare e lavorare con le mani il cibo è una ricchissima esperienza sensoriale per chi non vede e non sente, è un modo per esprimersi e per incontrarsi “alla pari” con le altre persone.
 
“Sono venuto al Centro di Lesmo per cucinare con i ragazzi della Lega del Filo d’Oro il Cous Cous, una ricetta semplice ma dal profumo e gusto intensi. Quest’esperienza mi ha restituito una grande emozione, quella di conoscere persone speciali, abituate a conoscere il mondo e a comunicare, solo attraverso le loro mani ma, nonostante questo, siamo riusciti a cucinare insieme, a scambiarci sensazioni e ricordi. Ero sicuro che cucinare insieme avrebbe suscitato in me, prima ancora che in loro, delle emozioni forti. Non si è trattato soltanto di cucina, ma di condivisione di storie e di vita”. Queste le parole del cuoco La Mantia alla fine della giornata passata nella cucina laboratorio del Centro di Lesmo.
 
Francesca, Maria Assunta e Stefano hanno collaborato ad impastare, dosare, versare e cucinare con l’aiuto degli operatori.  Aurora e Giulia, con le loro mamme, hanno invece giocato con lo chef tra ingredienti, sapori e odori indimenticabili.