Lega del Filo d'Oro e ItalRugby lanciano #unContattoCheVale

17 Marzo '18
Data svolgimento: 
17 Marzo '18
Giovanni e i ragazzi della Arnold Rugby
 
Questo sabato, in occasione della partita del 6 Nazioni Italia – Scozia, abbiamo vissuto una giornata di sport e solidarietà, in cui la Lega del Filo d’Oro e la Federazione Italiana Rugby hanno dato il via all’iniziativa #uncontattochevale
 
Durante la giornata sono state diverse le sorprese riservate ai tifosi dalla Lega del Filo d’Oro. Nella mattinata, sul palco del Peroni Village, è andato in scena una Mannequin Challenge coinvolgente ed originale a cui hanno partecipato i giocatori della squadra under 16 della Arnold Rugby di Roma. I giovani rugbisti hanno dato vita ad una vera e propria partita di rugby, per poi “congelarsi” all’improvviso. 
Sono stati Salvatore Perugini, ex pilone della nazionale e vicepresidente FIR, e Giovanni, un ragazzo sordocieco seguito dal Servizio Territoriale di Napoli, a far riprendere vita alla squadra grazie al loro tocco, un contatto che vale davvero. 
 
Inoltre, prima e dopo la manifestazione sportiva, centinaia di tifosi hanno animato lo stand della Lega del Filo d’Oro, nel Peroni Village, facendosi truccare il viso di azzurro, colore dell’Italrugby e della Lega del Filo d’Oro.
L’evento ha avuto come obiettivo quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema della sordocecità in Italia, disabilità che riguarda 189mila persone costantemente immerse nel buio e nel silenzio. Così come nel Rugby, anche per le persone sordocieche il contatto è fondamentale. Per chi non vede e non sente, infatti, rappresenta uno dei pochi modi per relazionarsi con gli altri ed entrare in contatto con il mondo esterno, uscendo da un mondo fatto di buio e di silenzio.
 
Inoltre i giocatori della Nazionale Italiana di Rugby – George Biagi, Oliviero Fabiani ed Edoardo Gori – hanno prestato il proprio volto realizzando un simpatico video-appello, che è stato proiettato sui maxi-schermi dello Stadio Olimpico durante l’intervallo della partita, per raccontare a tutti l’importanza del contatto nel rugby e nella vita delle persone sordocieche.
 
Ringraziamo la FIR, il vice presidente salvatore Perugini e tutto il movimento rugbistico per aver permesso alla nostra Associazione di farsi conoscere da un pubblico speciale come quello del rugby accorso numeroso per la partita del 6 Nazioni, che ha partecipato e animato lo stand della Lega del Filo d’Oro, scaldando l’ambiente durante il flash mob. Giornate come questa sono la dimostrazione che valori quali la solidarietà e l’altruismo sono fondanti e imprescindibili nel mondo dello sport.
 
Guarda le foto:
 
Rugby Lega del Filo d'Oro
 
Rugby Lega del Filo d'Oro
 
Rugby Lega del Filo d'Oro
 
Rugby Lega del Filo d'Oro