Le sculture di Canova toccate con mano

20 Novembre '18 - Padova
Data svolgimento: 
20 Novembre '18
Struttura: 

Venerdì 5 ottobre, la Sede Territoriale di Padova ha organizzato una visita presso la Gypsotheca di Canova, a Possagno (TV).

La parola “gypsotheca” deriva dal greco e significa raccolta di gessi e quella di Possagno è la più grande Gypsotheca monografica d’Europa.

Le opere di Antonio Canova, scultore e pittore Italiano ritenuto il massimo esponente del Neoclassicismo in scultura, che il gruppo di persone sordocieche ha avuto l’onore e il “permesso speciale di toccare”, sono realizzate in marmo bianco e si presentano come oggetti puri ed incontaminati secondo i principi del classicismo: oggetti di una bellezza ideale, universale ed eterna.

La visita al museo è stata un’occasione per riflettere sulla percezione che una persona non vedente può avere attraverso il tatto. Infatti il sig. Marcello, nostra guida, ha posto l’attenzione sulle sensazioni che i diversi materiali veicolano al tatto, al di là della vista; così tutte le persone coinvolte hanno potuto scambiarsi impressioni e opinioni, trovandosi tutti concordi sul calore emanato dal gesso, materiale più grezzo al tatto, e sulla sensazione fredda trasmessa dalla concretezza del marmo levigato, in grado di trasmettere l’eterea bellezza che l’autore ha voluto rappresentare.

Guarda le foto

Visita alla Gypsotheca di Canova

Visita alla Gypsotheca di Canova