La Missione: Assistenza e Integrazione

"Un filo prezioso che unisce le persone sordociecheNon poter vedere, sentire, parlare, sono le premesse per uno stato di isolamento assoluto. Il 95% di tutto ciò che apprendiamo viene percepito attraverso la vista e l’udito. Per questo la Lega del ... con il mondo esterno”. Questo il concetto che dal 1964 ha ispirato il nome e l’attività della Lega del Filo d'Oro fino a renderla il più importante punto di riferimento in Italia per l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue e il sostegno alla ricerca della maggiore autonomia possibile delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensorialiEssere pluriminorato psicosensoriale significa avere una disabilità congiunta della vista e dell’udito, una minorazione di entrambi i canali sensoriali e una disabilità intellettiva, oltre a ....”. E’ questa la mission della Lega del Filo d’Oro, un impegno costante che ha come finalità il miglioramento della qualità della vita delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, attuato attraverso:

  • La creazione di strutture specializzate;
  • La formazione di operatori qualificati;
  • Lo svolgimento di attività di ricerca e sperimentazione nel campo della sordocecità e della pluriminorazione psicosensoriale;
  • La promozione di rapporti con enti, istituti, università italiane e straniere;
  • La sensibilizzazione degli organismi competenti e dell'opinione pubblica nei confronti di questo tipo di disabilità.