Torna indietro
Matteo, piccolo utente del Centro Diagnostico, ride in braccio alla sua educatrice che batte le mani e gioca con lui. L'educatrice indossa camice monouso e mascherina chirurgica
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Edoardo+con+educatrice+x+lp+adotta
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Edoardo e tanti bambini come lui.
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
30
ottobre
2023

ANCRI e Fondazione Lega del Filo d'Oro ETS promotori dell'evento "Il diritto alla salute oltre ogni barriera"

 DSC4682

L'evento si è svolto sabato 28 ottobre presso il Centro Nazionale dell’Ente

Il diritto alla salute oltre ogni barriera”, è questo il titolo dell’evento organizzato dalla sezione di Ancona dell’ANCRI - Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, in collaborazione con la Fondazione Lega del Filo d’Oro ETS, che si è svolto sabato 28 ottobre presso il Centro Nazionale dell’Ente.

Obiettivo dell’iniziativa è promuovere la “tutela della salute come diritto fondamentale dell'individuo”, contemplato dalla nostra Costituzione, con uno sguardo attento alla condizione delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale e ai loro bisogni specifici, sensibilizzando e coinvolgendo, inoltre, le giovani generazioni. Perché nessuno deve essere lasciato indietro e ripartire da una sanità pubblica pienamente inclusiva è la risposta migliore per tutta la collettività.

Dopo i saluti istituzionali sono intervenuti Rossano Bartoli, Presidente Fondazione Lega del Filo d’Oro ETS; Franco Graziano, Consigliere di presidenza nazionale ANCRI con delega alla salute; Nadia Storti, Direttore AST Pesaro Urbino; Giovanna Vicarelli, sociologa; Francesco Mercurio, Presidente Comitato delle Persone Sordocieche, con la moderazione di Cinzia Nicolini, Presidente della sezione ANCRI di Ancona.

Ad arricchire l’evento sono state le testimonianze di alcuni utenti seguiti dalla Fondazione, che ogni giorno affrontano la complessa sfida di andare oltre il buio e il silenzio. Per loro comunicare con gli altri è difficile: non vedono, non sentono e spesso convivono con altre disabilità, come quella cognitiva e motoria, che possono isolarli persino dagli affetti. Hanno bisogno di percorsi educativo-riabilitativi personalizzati, lungo tutta la vita, per riuscire a superare la barriera fatta di incomunicabilità ed isolamento imposta dalla loro condizione e raggiungere la maggiore autonomia possibile. Ma con il giusto sostegno, un reale riconoscimento dei loro diritti – a cominciare da quello alla salute – e risposte adeguate ai loro bisogni specifici e complessi, le persone con sordocecità possono essere un beneficio per l’intera società.

L’iniziativa ha inoltre visto il coinvolgimento degli studenti dell’Istituto Calzecchi Podesti Onesti di Ancona per la realizzazione del progetto grafico del manifesto e della locandina, e gli studenti dell’Istituto Corridoni Campana di Osimo, che hanno accompagnato l’evento con il coro e con l’esecuzione di brani musicali.

La salute è un diritto fondamentale dell’uomo e il lavoro della Lega del Filo d’Oro è da sempre orientato a valorizzare le potenzialità di ciascuna persona, andando oltre i limiti tracciati dalla minorazione.