Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
20
luglio
2020

Coronavirus: la ripartenza

La Lega del Filo d’Oro non ha potuto sottrarsi alle difficoltà che Covid-19 ha portato con sé, ma non si è arresa.

Nel rispetto delle disposizioni governative, la Lega del Filo d’Oro è stata al fianco delle persone sordocieche, pluriminorate psicosensoriali e delle loro famiglie e sta profondendo il massimo impegno per tornare alla “normalità” nel più breve tempo possibile.

A partire dai primi giorni di marzo abbiamo dovuto interrompere forzatamente alcune attività ma ora, superata la fase 1 dell’emergenza, era importante tornare operativi, continuare nell’opera di realizzazione del nuovo Centro Nazionale ed essere vicini alle famiglie che in questo periodo hanno subìto un cambiamento significativo della loro quotidianità. Dopo due mesi di inattività è potuto ripartire il cantiere (fermo dal 25 marzo) per la costruzione del secondo lotto del nuovo Centro Nazionale. I lavori erano stati sospesi in osservanza delle disposizioni governative legate all’emergenza Coronavirus e la riapertura è avvenuta secondo tutte le misure di sicurezza. Completare questo importante progetto significa dare maggiori possibilità di diagnosi e riabilitazione abbattendo le liste di attesa per tante persone provenienti da tutta Italia.

Ad oggi, le limitazioni non sono del tutto superate ma con fiducia si guarda al futuro: dopo un periodo di sospensione di circa 3 mesi, sono ripartite, seppur parzialmente, le attività dei servizi diurni: il 15 giugno nel centro di Termini Imerese e il 2 luglio ad Osimo e a MolfettaIn tutti i Centri, adottando le misure previste dalle disposizioni nazionali e regionali, sono riprese con gradualità le visite dei familiari agli utenti residenziali. Sono inoltre ripartitealcune attività in presenza dei Servizi Territoriali.

Durante l’emergenza Covid-19 chi non vede e non sente ha dovuto privarsi anche del contatto. È e sarà difficile ripartire, ma insieme ce la faremo.