Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Berk, piccolo utente del Centro di Osimo, guarda verso l'obiettivo con un sorriso, mentre dondola su un'altalena in una delle aule del Centro Nazionale
A chi va il tuo sostegno
Con il tuo aiuto migliorerai la vita di tante persone sordocieche e delle loro famiglie.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Idroterapia Operatrice Legadelfilodoro
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
27
agosto
2021

La Crolla D’Oro e il filo che unisce

Locandina+Crolla+d%27oro

Un riconoscimento alla Fondazione che "lega" le persone sordocieche con il mondo esterno

La domanda sorge spontanea: << ma…che cos’è la “crolla” d’oro?>>

La “Crolla d'oro” nasce mutuando l'antica arte di lavorare la paglia da parte delle mani sapienti delle donne pajarolare di Acquaviva Picena (AP) che producevano, e ancora oggi producono, manufatti straordinari, le pajarole, intrecciando fili di paglia tenuti insieme, uniti, stretti da un particolare filo portante che permette a tutto il manufatto di esistere e di sviluppare le sue caratteristiche e la sua originalità: questo filo portante è la “Crolla” e da questa simbologia è nata l'idea di premiare, ogni anno, figure della regione e del territorio che in un certo senso “tengono insieme”, che “annodano” fatti e persone nelle diverse realtà in cui operano, siano esse culturali, sociali, sportive, imprenditoriali, istituzionali.

Quest’anno, il filo portante - la Crolla -  si intreccia con il filo della nostra Fondazione che, utilizzando le parole degli organizzatori, “da oltre 56 anni, si occupa ininterrottamente e con competenze straordinarie di persone con gravi disabilità e nello specifico di unire le persone sordocieche con il mondo esterno”.

L'importante riconoscimento sarà conferito – oltre a S. Eminenza il Card. Edoardo Menichelli, Arcivescovo emerito di Ancona-Osimo, voce saggia e autorevole della Chiesa marchigiana e figura molto vicina a Papa Francesco – alla Lega del Filo d’Oro nella persona del Presidente, Rossano Bartoli.

La Cerimonia di Consegna della “Crolla d'Oro 2021” si terrà venerdì 27 agosto, alle ore 20.30, presso la Fortezza Medievale di Acquaviva Picena. L'evento, giunto ormai alla V edizione, è organizzato dall'Associazione Culturale “Laboratorio TERRAVIVA” ed è un appuntamento fisso e prestigioso nel calendario dell'estate acquavivana.

Durante la serata-evento vi saranno le testimonianze dei premiati, la materiale consegna della “Crolla d'oro” - una creazione artistica unica, forgiata di paglia e oro, realizzata dalla pajarolara Mimma Massicci e rifinita dai maestri orafi della Gioielleria e Gemmologia “Kimberley Preziosi” di San Benedetto del Tronto – e la consegna di una pergamena di merito ad alcuni giovani di Acquaviva che si sono distinti per meritorie opere a servizio della collettività, oltre all'esibizione di artisti acquavivani che allieteranno, nel maestoso scenario della Fortezza medievale, la cerimonia alla quale tutti i Cittadini sono invitati a partecipare, previa prenotazione.

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Marche, dalla provincia di Ascoli Piceno, dal Comune di Acquaviva Picena e inserita nel quadro delle iniziative di “Secondi a nessuno” del “Laboratorio TERRAVIVA”.

In caso di condizioni climatiche avverse (pioggia) la manifestazione si terrà presso la Chiesa parrocchiale di San Nicolò di Acquaviva Picena.