Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Berk, piccolo utente del Centro di Osimo, guarda verso l'obiettivo con un sorriso, mentre dondola su un'altalena in una delle aule del Centro Nazionale
A chi va il tuo sostegno
Con il tuo aiuto migliorerai la vita di tante persone sordocieche e delle loro famiglie.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Idroterapia Operatrice Legadelfilodoro
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
Alice Giuliodori Servizio Civile
Le nostre storie

Per Alice il Servizio Civile è stato una scelta che le ha cambiato la vita

Alice ha conosciuto la Lega del Filo d'Oro tramite il Servizio Civile: così, la sua vita è cambiata.

Alice vuole fare la Maestra: ha sempre amato i bambini. Il Servizio Civile consente di acquisire punti in una graduatoria e vivendo ad Osimo, a pochi minuti dalla sede centrale della Lega del Filo d’Oro, la scelta di arrivare qui alla Linguetta è quasi automatica.

Una scelta che improvvisamente le cambia la vita: perché Alice, nonostante come tutti gli Osimani sappia bene chi è la “Lega” e cosa fa, non immagina che la necessità di restare accanto agli utenti che conosce durante il Servizio sia così forte da cambiare un percorso che sembrava già stabilito.

Quello che la colpisce, già durante le selezioni, è la capacità di vedere dentro, vedere oltre: e viene fatto sia con gli utenti che con i collaboratori e i volontari. Il Servizio Civile è un mondo “ibrido” è come un piano inclinato da percorrere quando si è giovani che unisce l’essere un volontario all’affrontare per la prima volta le responsabilità del lavoro.

Si chiama Servizio proprio perché ci si mette al servizio della Comunità e come ha fatto Alice, degli utenti della Lega. All’inizio è stata dura ambientarsi in un mondo dove non ti vedono e non ti sentono, adattarsi, farsi accettare, impegnarsi ad essere un sostegno concreto che però non lede autonomia e autodeterminazione delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale non è facile.

Ma chi, come Alice, ha dentro la voglia di farcela, può inserirsi benissimo in questo contesto, cogliendolo anche come occasione di crescita personale. 

 

Volontaria Lega del Filo d'Oro al mare sorridente
Alice, Servizio Civile

Questa esperienza vi cambierà davvero la vita.

Il suo impegno, nel corso del Servizio Civile, è stato affiancare gli operatori di un gruppo di utenti che vivono a Osimo, nel centro della “Lega” e sono in trattamento residenziale: si tratta di adulti con una disabilità complessa che abitano in un appartamento molto simile ad una casa, con camere, cucina e soggiorno ma che ha il vantaggio di appoggiarsi a tutti i servizi offerti dalla “Lega”.

Alice inizia piano piano a ripetere i segni degli operatori esperti, impara come essere utile, impara un po’ di Malossi e di Lis tattile e s’integra sempre di più fino a quando la sua esperienza non giunge al termine. È talmente dura staccarsi da questo mondo che due giorno dopo ritorna per offrirsi come volontaria: adesso il suo sogno è lavorare all’interno della Lega del Filo d’Oro.

Alice Giuliodori non si è fermata all’apparenza, è andata oltre e ha conosciuto davvero il mondo della “Lega”. Scegli anche tu di dedicare il Servizio Civile a chi non vede e chi non sente: insieme possiamo rendere la loro vita più piena e felice!

Vuoi saperne di più?

Contattaci, ti racconteremo come cambiare la tua vita e quella degli altri

Regala un sorriso ai nostri ospiti
Ufficio Attività Associative e Volontariato
+39 071 7245302
orario: 9.00-17.00 dal lunedì al venerdì