Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
CZ8Q4577
Le nostre storie

Tutto si può fare: basta volerlo e avere il giusto supporto.

Tutto si può fare: basta volerlo e avere il giusto supporto. Un concetto semplice, se vogliamo, ma che ha una luce completamente diversa se a pronunciarlo è Francesca, che ha una malattia rara e degenerativa, che a livello visivo le ha lasciato solo ombre e da quando aveva 3 anni le ha dato gravi problemi di udito. Grazie alle protesi acustiche sente a fatica, ma meglio che niente, aggiunge.

Francesca ha incontrato la Lega del Filo d’Oro quando frequentava le scuole medie: lei considera tutti i suoi angeli custodi. L’hanno supportata lì e nella scelta dell’Università: si è iscritta a Giurisprudenza da cui è uscita con un bellissimo 103.

Dona ora

Con il tuo aiuto, possiamo fare ancora molto per tante persone con sordocecità.

Grazie a te potranno andare oltre il buio e il silenzio.

Attraverso donazioni ricorrenti, riusciamo a garantire servizi, assistenza e aiuti a un numero sempre maggiore di persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale e alle loro famiglie.

La vita di Francesca è una salita che non diventa mai pianura, ma che lei affronta di buon passo, con il ritmo di chi è abituato alle montagne dell’esistenza. Per colpa del coronavirus ha sospeso il suo tirocinio a Milano presso la Federconsumatori e anche la frequentazione del fidanzato Andrea è diventata più complicata. Ha una routine che cerca di rispettare perché l’aiuta a mettere in ordine le giornate: legge e scrive, lavora a maglia e all’uncinetto. Si ritiene fortunata perché può usare il telefono per comunicare con gli altri. E lei considera davvero preziosa la tecnologia che l’aiuta a vivere meglio, dalla macchinetta che le permette di capire i colori degli abiti all’orologio vocale, al computer ai social che le consentono di continuare a tenere il contatto con il mondo.

ICONA+CITAZIONE+STORIE+HUB
Francesca

Tante persone si rispecchiano in noi, in un certo senso siamo uno stimolo. Il mio messaggio è che tutto si può fare, basta volerlo e avere il supporto giusto.

Lei che vive da sola e che si adopera nel Comitato delle persone sordocieche facendo tanto per gli altri è la dimostrazione concreta che anche chi ha una disabilità grave può essere portatore non solo di bisogni ma anche di risorse.

Grazie alla Lega del Filo d’Oro Francesca ha davvero potuto esprimere un potenziale straordinario e con il tuo sostegno potrà essere un esempio pieno di luce per altre persone con una vita in salita!

Grazie a te potranno andare oltre il buio e il silenzio.