Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Berk, piccolo utente del Centro di Osimo, guarda verso l'obiettivo con un sorriso, mentre dondola su un'altalena in una delle aule del Centro Nazionale
A chi va il tuo sostegno
Con il tuo aiuto migliorerai la vita di tante persone sordocieche e delle loro famiglie.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Idroterapia Operatrice Legadelfilodoro
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
stk hand
Le nostre storie

C’è un’amicizia di vecchia data tra Rita e la “Lega”

Da qualche anno è felice di dare anche il suo 5x1000!

“È incredibile come passa il tempo”: è questo il pensiero che mi accompagna quando penso al lunghissimo rapporto di amicizia che ho con voi, “Lega del Filo d’Oro”. Io veramente non mi ricordo come è cominciata la conoscenza ma penso che vedendo gli spot che andavano in onda in televisione con Renzo Arbore, che valuto una brava persona ho detto “Io sono una mamma di due bambini sani, non ho tante possibilità perché viviamo in quattro con uno stipendio, ma anche piccole offerte possono servire: infatti anche l’oceano è fatto di miliardi e miliardi di gocce!”.

Ho insegnato ai miei figli la solidarietà e ad accontentarsi delle piccole cose. Così non potendomi permettere di aiutare troppe persone, ho scelto una sola associazione: la Lega del Filo d’Oro.

Da alcuni anni do a voi anche il 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Signora Rita V

Ho insegnato ai miei figli la solidarietà e ad accontentarsi delle piccole cose. Attraverso il giornalino ci siamo affezionati a Lisa, una ragazza non vedente e con lei comunichiamo da anni.

E così il tempo passava e con il giornalino “Trilli nell’Azzurro” ho conosciuto Lisa, una ragazza non vedente con la quale comunico da tantissimi anni. Io sono una poetessa e con una poesia ho vinto un primo premio nazionale.

Ecco, ho scritto qualcosa per dirvi che nel mio piccolo cerco di esservi sempre vicino.

A Lisa

“Ti presterò i miei occhi

E andremo sui prati in primavera,

a raccoglier primule e violette,

respireremo l’aria profumata

fino a sera.

Ti presterò i miei occhi

per vedere il mare azzurro,

nella calda estate

e ci faremo trasportare

dalle onde spumose

e rideremo degli spruzzi.

Ti presterò i miei occhi

Quando arrivano

Le brume dell’autunno

E vedremo il bosco che si tinge

Dei suoi rossi e dei suoi gialli.

Ti presterò i miei occhi

E vedrai la neve cadere

In dolci fiocchi

E vestiremo l’abete. Di stelle d’oro e nastri d’argento

E canteremo canzoni di Natale.

Ti presterò i miei occhi,

tu prestami il tuo cuore

ed insegnami ad amare

cosa sai fare tu.”

Dona ora

Con il tuo aiuto, possiamo fare ancora molto

Grazie per quello che potrai fare.

Attraverso donazioni ricorrenti, riusciamo a garantire servizi, assistenza e aiuti a un numero sempre maggiore di bambini sordociechi e pluriminorati e ai loro genitori nei nostri centri d'assistenza italiani.

Grazie per quello che potrai fare.