Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
20
ottobre
2020

Palestre e piscine: con un SMS possiamo scrivere il futuro

Immagine di campagna #UnaStoriaDiMani, con hashtag e numero di telefono in basso. Nell'immagine un'operatrice fa fisioterapia con un bambino.

Nelle tre settimane di Trattamento precoce alla Lega del Filo d’Oro, Riccardo ha scoperto che esiste un mondo al di fuori di lui: ha imparato a percepire gli oggetti e a interagire con essi; sorride agli stimoli e, grazie al sostegno delle educatrici, ha imparato ad usare entrambe le mani per afferrare i giochi che preferisce.

La sua storia non è un’eccezione: tantissimi bambini, arrivati alla “Lega” con serie difficoltà sensoriali e psicomotorie, sono riusciti dopo qualche anno a camminare e a comunicare con il mondo esterno, rompendo quell’isolamento dove erano costretti a vivere.

Quando la vista e l’udito mancano, occorre lavorare sodo per prendere dimestichezza con il proprio corpo, per migliorare l’equilibrio e la coordinazione, per individuare i punti di forza e sulla base di questi saper costruire nuove abilità. Per questo motivo la Lega del Filo d’Oro si sta impegnando a completare il nuovo Centro Nazionale, in particolare realizzando degli ambienti dedicati interamente alle attività fisiche e riabilitative. Quattro palestre e due piscine saranno i luoghi in cui bambini e adulti potranno apprendere e sviluppare nuove abilità andando oltre i propri limiti.

Tutto questo oggi è possibile grazie alla vicinanza dei tanti sostenitori, che insieme si sono uniti alla Campagna “Una storia di mani”.

Un grazie speciale va anche a tutti coloro che sono accanto alla nostra Associazione come Renzo Arbore e Neri Marcorè, nostri Testimonial da anni; i direttori d’orchestra Leonardo De Amicis, Pinuccio Pirazzoli e Beppe Vessicchio; i maestri di cucina Filippo La Mantia e Ernst Knam; e i portieri della Serie A Gianluigi DonnarummaSamir HandanovicDaniele PadelliPepe ReinaSalvatore SiriguStefano Sorrentino, che l'1 novembre scenderanno in campo a sostegno della campagna.

C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per sostenere la Campagna “Una storia di mani” attraverso un sms o chiamata da rete fissa al numero solidale 45514.

Insieme possiamo donare un futuro migliore a chi non vede e non sente, un futuro oltre il buio e il silenzio.