Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
03
ottobre
2022

Presentata a Pisa la Sede Territoriale della Lega del Filo d'Oro, punto di riferimento in Toscana per la sordocecità e la pluriminorazione psicosensoriale

Pisa+foto+taglio+nastro

Quel “filo d’oro” che apre il mondo a chi non vede e non sente ha raggiunto anche la Toscana: aperta a febbraio 2020, ma la cui piena operatività è stata subito interrotta dall’emergenza sanitaria, la nuova Sede Territoriale della Lega del Filo d’Oro è stata ufficialmente presentata e rappresenta una risposta concreta ai bisogni di chi non vede e non sente e delle loro famiglie.

Crescere a livello territoriale per poter raggiungere sempre più persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali e le loro famiglie, là dove esse vivono: è questo uno dei principali obiettivi perseguiti dalla Fondazione Lega del Filo d’Oro, che ha portato all’apertura della nuova Sede Territoriale di Pisa, la cui cerimonia di presentazione si è svolta sabato mattina, 1 ottobre, presso i locali della Sede in via Giovanni Bovio, 14 con il simbolico taglio del nastro, per poi proseguire presso il “Salone Storico” dell’Associazione Casa della Città Leopolda con gli interventi di Rossano Bartoli, Presidente della Fondazione, Michele Conti, Sindaco del Comune di Pisa, Raffaela Malvone, mamma di Youssef, Manuela Epifano, già membro del Comitato delle Persone Sordocieche, Gessica Andinelli, Assistente Sociale della nuova Sede e alla presenza dei Rappresentanti di Associazioni e Istituzioni locali, dei media, oltre che di utenti, famiglie, volontari e amici dell’Ente.

La Fondazione ha scelto con determinazione di investire sul potenziamento delle Sedi e dei Servizi Territoriali sia nell’aspetto quantitativo, aumentando cioè il numero delle attuali dieci Sedi, sia dal punto di vista qualitativo, potenziando i servizi offerti, al fine di garantire una risposta tangibile all’esplicita richiesta proveniente dalle famiglie. In particolare la Sede Territoriale di Pisa, aperta a febbraio 2020, ma la cui piena operatività è stata subito interrotta dall’emergenza sanitaria, è dovuta anche alla generosità di una Signora che ha nominato la Lega del Filo d’Oro erede per una percentuale del proprio patrimonio, chiedendo all’Ente l’impegno ad essere presente nella sua città. Oggi la Sede è punto di riferimento in Toscana per la sordocecità e la pluriminorazione psicosensoriale e offre, attraverso il suo Servizio Socio-Educativo, un’importante attività per utenti e famiglie, lavorando in sinergia con le risorse del territorio. Nel corso del 2021 ha seguito 29 utenti, in fascia di età da bambini e ragazzi fino ad adulti.

Nel corso della cerimonia le varie testimonianze hanno sottolineato con entusiasmo l’importanza di essere finalmente vicini alla Lega del Filo d’Oro.

Un sogno che si realizza e che pone le basi per un futuro più sereno e inclusivo.