Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
Conferenza nazionale delle persone sordocieche anno 2018. vista della platea. tante persone sordocieche e interpreti comunicano tra loro in LIS tattile e Malossi

Attività tecnico scientifica

Collaborazioni nazionali

La Lega del Filo d’Oro ha al suo attivo uno straordinario patrimonio di competenze e conoscenze, coltivato con cura nel corso degli anni grazie al lavoro di tanti professionisti.

Questo patrimonio unico e specifico è condiviso e posto alla base e al servizio di collaborazioni nazionali con Servizi territoriali, Università, Enti, Centri di ricerca, Istituzioni, Società scientifiche, Fondazioni e Associazioni no profit.

L’obbiettivo resta uno solo: migliorare nel concreto la qualità di vita delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale e delle loro famiglie, lavorando sulla riabilitazione, sull’educazione e sulla valorizzazione di ogni residuo sensoriale, aumentando l’autonomia e l’autodeterminazione.

Tra le collaborazioni che vengono portate avanti dalla Lega del Filo d’Oro è possibile senza dubbio citare quella con l’Istat, che ha avuto come risultato la realizzazione di uno studio sulla Popolazione con sordocecità in Italia, pubblicato nel 2016. Tale collaborazione ha posto le basi per un ulteriore ampliamento del campo di conoscenza, avendo come obbiettivo un’analisi della condizione della popolazione delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale in Europa.

Ci sono poi i rapporti con diverse Università italiane, perché i Centri di Riabilitazione accolgono per periodi di tirocinio studenti universitari e di altre scuole di specializzazione, permettendo loro di acquisire conoscenze e competenze educativo-riabilitative. Numerosi sono i seminari di studio, le iniziative di formazione, i convegni, a livello sia locale che nazionale ed internazionale, realizzati dalla Fondazione. La fitta rete di relazioni sviluppate con il mondo scientifico e universitario include partner come l’Università Politecnica delle Marche, l’Università Sapienza di Roma, l’Università Pontificia Salesiana e le Università degli Studi di Bari, di Milano, di Pescara e de L’Aquila. Le occasioni di scambio e di confronto con le istituzioni e gli stakeholder afferenti al mondo della ricerca proseguono a livello sia nazionale sia internazionale nei numerosi progetti a cui la Lega del Filo d’Oro aderisce.

Ogni anno la Lega del Filo d’Oro conferma la propria presenza all’interno dell’Osservatorio nazionale sulle condizioni delle persone con disabilità istituito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Consulta delle associazioni delle malattie rare presso l’Istituto Superiore di Sanità e in organismi di secondo livello che raggruppano enti che si occupano di disabilità, come la Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità) e la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

Nelle Marche prosegue la collaborazione con ARIS (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari) e con gli altri centri di riabilitazione per quanto riguarda i rapporti istituzionali e le questioni di interesse comune.