Torna indietro
Matteo, piccolo utente del Centro Diagnostico, ride in braccio alla sua educatrice che batte le mani e gioca con lui. L'educatrice indossa camice monouso e mascherina chirurgica
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Edoardo+con+educatrice+specchiata
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Edoardo e tanti bambini come lui.
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
29
novembre
2023

Una letterina speciale

Se un bambino sordocieco scrivesse una letterina di Natale, che cosa chiederebbe in dono?

Questo Natale abbiamo immaginato la letterina di Edoardo, che ha 8 anni e una sindrome rarissima, la SCN8A. Una lettera a Babbo Natale speciale quella raccontata nello spot tv, on air dal 26 novembre al 9 dicembre, con la voce del nostro testimonial Neri Marcorè.

In realtà Edoardo quest’anno non vorrebbe ricevere nulla di nuovo: chiederebbe solamente di avere accanto delle persone che giocano con lui, che lo coccolano e che gli insegnano tante cose nuove, come già sta accadendo grazie al sostegno della Lega del Filo d’Oro. Vorrebbe che anche la mamma e il papà potessero sentire le sue parole: perché Edoardo non parla, ma attraverso le modalità apprese durante i trattamenti intensivi a Osimo, ha imparato benissimo a farsi capire. Infine, Edoardo chiederebbe che tanti altri bambini sordociechi e con gravi disabilità potessero avere un Natale pieno d’amore, proprio come il suo.

I desideri di Edoardo sono semplici e ci riportano al vero senso del Natale: la vicinanza, la solidarietà, l’amore. Alla Lega del Filo d’Oro i “no” non esistono! Tutti hanno delle potenzialità: il compito dei professionisti dell’Ente è scovarle, per costruire insieme agli utenti di cui si prendono quotidianamente cura quelle piccole e grandi conquiste che cambiano loro la vita.

Ma senza il sostegno dei donatori, tutto ciò non sarebbe possibile. Aiutaci a realizzare il desiderio di Edoardo e di tutti i bambini sordociechi. Vai su ilsensodelnatale.it.