Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
natale+con+il+cuore+2021
Natale solidale
A Natale dona vicinanza e una casa a chi non vede e non sente. Contribuirai alla conclusione dei lavori del nuovo Centro Nazionale
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Idroterapia Operatrice Legadelfilodoro
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
11
novembre
2021

IL PREFETTO DI ANCONA, DOTT. DARCO PELLOS, IN VISITA AL CENTRO NAZIONALE DELLA FONDAZIONE LEGA DEL FILO D’ORO ONLUS

20211112+visita+prefetto+Ancona

Osimo, 12 novembre 2021 – Nella giornata di ieri il Prefetto di Ancona, Dott. Darco Pellos, accompagnato dal Capo di Gabinetto Dott.ssa Simona Calcagnini, ha fatto visita al nuovo Centro Nazionale di Osimo della Lega del Filo d’Oro per conoscere personalmente la Fondazione e la sua nuova sede il cui completamento, previsto nei prossimi mesi, consentirà di ridurre i tempi di attesa per le diagnosi e le cure riabilitative, nonché di accogliere un numero maggiore di bambini, giovani e adulti con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale.


A dare il benvenuto il Presidente della Fondazione Rossano Bartoli, il Vice Presidente Luisiana Sebastianelli, il Presidente del Comitato delle Persone Sordocieche Francesco Mercurio e i diversi Responsabili dell’Ente che hanno illustrato le attività in corso, le difficoltà dovute alla pandemia, l’importanza della ricerca e dei rapporti nazionali e internazionali con le altre Organizzazioni e i progetti futuri per i quali sarà fondamentale il supporto di tutti.
Siamo onorati della visita del Dottor Pellos, che voglio ringraziare sentitamente - ha dichiarato Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro – perché la sua presenza sottolinea l’importante vicinanza delle Autorità verso l’impegno e la mission che la Lega del Filo d’Oro porta avanti dal 1964 a sostegno delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali”.

Durante la visita, il Dottor Pellos, che già conosceva la Lega del Filo d’Oro quale punto di riferimento in Italia per la sordocecità e la pluriminorazione psicosensoriale - sebbene prima d’ora non avesse mai avuto l’occasione di visitarla - ha espresso grande apprezzamento nei confronti dell’Ente per l’importante progetto realizzato all’interno del territorio marchigiano e per il complesso lavoro che con dignità svolge quotidianamente al fianco di tanti bambini, giovani e adulti con gravissime disabilità e delle loro famiglie.
Al termine dell’incontro, il Prefetto Pellos ha rivolto ai presenti il proprio ringraziamento: “Penso che dobbiamo essere grati alla Lega del Filo d’Oro per quello che fa per chi lo fa e per come lo fa. Si tratta di una straordinaria realtà che coniuga sperimentazione, assistenza e servizio per la collettività della quale tutti siamo orgogliosi”.

Scarica gli allegati

PDF Document