Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
natale+con+il+cuore+2021
Natale solidale
A Natale dona vicinanza e una casa a chi non vede e non sente. Contribuirai alla conclusione dei lavori del nuovo Centro Nazionale
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Idroterapia Operatrice Legadelfilodoro
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
LegadelFilodOro Storia Volontari Ernestino+(1)
Le nostre storie

Secondo Ernestino fare il volontario alla “Lega” dà “dipendenza”: si creano rapporti autentici e bellissimi

Ernestino, volontario tutto fare, è una figura preziosa e indispensabile al Centro di Modena: lui del resto, senza la “Lega” non può davvero stare!

Non c’è un’età standard per diventare volontario della Lega del Filo d’Oro: accade quando deve accadere, quando ci si sente chiamati a uscire dalla propria quotidianità, magari quando gli impegni di lavoro lasciano il passo alla pensione e si decide di donare il proprio tempo. È quanto accaduto a Ernestino, modenese e volontario della Lega del Filo d’Oro dal 2013.

Tutto inizia dalla voglia di sostenere chi può avere bisogno del suo aiuto e su suggerimento della nipote partecipa al corso di formazione della “Lega”. Per diventare volontario infatti, è necessario avere una formazione specifica, sapere come relazionarsi con le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, conoscere il lavoro degli operatori e agire a sostegno di esso, senza vanificarlo con comportamenti dettati dal buon cuore, come magari volersi sostituire ai sordociechi in qualche azione che invece fa parte della routine quotidiana e che quindi vanno compiute in prima persona.

 

Ernestino inizia a frequentare il centro Lega del Filo d’Oro nella sede di Modena e non ne esce più. Trova una familiarità che rende il centro “casa”, rimane colpito da come si relazionano operatori e ragazzi.

Nascono amicizie, si creano rapporti che crescono e maturano negli anni.

Ernestino si definisce un po’ il jolly della situazione e si occupa di tanti servizi esterni, come il giro delle farmacie o degli uffici pubblici.

Durante i primi mesi della pandemia è andato da Modena a Lesmo per portare mascherine e guanti e poi ha aiutato a registrare video e messaggi sonori con racconti letti da lui e da altri volontari, diventati in seguito video grazie agli interpreti Lis. Ha fatto sentire la sua presenza, anche nei momenti più complessi.

 

Ernestino e i tanti volontari che da decenni animano le giornate delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali aiutate dalla Lega del filo d’Oro, sono l’esempio dell’importanza del volontariato, ma dimostrano anche quanto sia giusta e quanto funzioni la scelta di preparare i volontari in maniera precisa e specifica. È preziosa anche l’attenzione a valori come il lavoro del singolo e la sua maturazione man mano che passa del tempo all’interno della Lega dei Filo d’Oro.

Una crescita personale che fa cambiare obbiettivi di vita, che fa sempre trovare il tempo per portare avanti gli impegni presi, che crea rapporti autentici e bellissimi. Insomma, per usare le parole di Ernestino, la “Lega” dà dipendenza: è difficile fare a meno di tutto questo, quando ci si mette davvero il cuore. Come fanno, da cinquant’anni, i volontari della Lega del Filo d’Oro: come potreste fare anche voi!

Vuoi saperne di più?

Contattaci, ti racconteremo come cambiare la tua vita e quella degli altri

Regala un sorriso ai nostri ospiti
Ufficio Attività Associative e Volontariato
+39 071 7245302
orario: 9.00-17.00 dal lunedì al venerdì