Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
14
giugno
2022

LEGA DEL FILO D’ORO: TORNANO I SOGGIORNI ESTIVI PER LE PERSONE CON SORDOCECITA’ E PLURIMINORAZIONE PSICOSENSORIALE

Due mani che segnano in linguaggio Malossi

Sebbene con grande cautela tornano gli storici soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro, una delle attività più importanti per chi non vede e non sente in termini di socialità e aggregazione: visite guidate, laboratori artigianali, giochi e bagni al mare o passeggiate in montagna nei luoghi più belli dell’estate italiana. Paestum, Roseto Degli Abruzzi e Asiago sono le mete di quest’anno per offrire alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali l’opportunità di fare nuove conoscenze e divertirsi partecipando alle numerose attività ricreative e di svago proposte.

Osimo, 14 giugno 2022 – Dopo la lunga pausa imposta dall’emergenza pandemica, ripartono i tanto attesi soggiorni estivi della Lega del Filo d'Oro dedicati alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali. Il bisogno di socialità e aggregazione, ancor più forte in chi non vede e non sente, torna finalmente ad avere il giusto spazio nella bella stagione, con tante attività di svago come visite guidate, giochi e bagni al mare o passeggiate in montagna.

 

Avviati dalla fondatrice Sabina Santilli nell’estate del 1964, i soggiorni estivi rappresentano per le persone sordocieche un’importante occasione per fare nuove esperienze, mettersi alla prova nelle proprie autonomie, socializzare e superare tante barriere. Ma sono anche un momento di sollievo per le famiglie, sicure che a prendersi cura dei propri figli saranno personale e volontari competenti. L’obiettivo, come sempre, è quello di offrire agli utenti seguiti dall’Ente l’opportunità di trascorrere una piacevole vacanza, di incontrarsi con altre persone provenienti dall’intero territorio nazionale che vivono una situazione simile, di fare nuove amicizie e naturalmente di divertirsi partecipando alle attività ricreative e di svago proposte.

È con grande gioia che annunciamo la ripartenza dei soggiorni estivi, una delle attività storiche della Lega del Filo d’Oro, che i nostri utenti attendono tutto l’anno con grande entusiasmo – afferma Rossano Bartoli, Presidente della Lega del Filo d’Oro – I soggiorni estivi rappresentano un’occasione molto importante per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, perché permettono loro di fare nuove esperienze e di acquisire maggiore autonomia, ma soprattutto di favorire nuove occasioni di relazione e socialità, oggi più che mai importanti dopo i due anni di distanziamento imposto dall’emergenza pandemica. Un ringraziamento speciale va ai nostri volontari, senza i quali tutto questo non sarebbe realizzabile”.

IL PROGRAMMA PER L’ESTATE 2022

I soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro ripartiranno in piena sicurezza, per tutelare in via prioritaria utenti e personale, grazie all’impegno delle Sedi e dei Servizi Territoriali dell’Ente: per ogni settimana è prevista, infatti, una partecipazione massima di 12 utenti, 12 volontari e alcuni accompagnatori personali. In programma ci sono 6 settimane di soggiorni-vacanza nazionali in tre regioni italiane: due settimane di soggiorno dal 19 al 26 giugno e dal 26 al 3 luglio in località balneare presso il Resort Villaggio Oasis di Paestum (Salerno); due settimane di soggiorno dal 17 al 24 luglio e dal 24 al 31 luglio in località balneare presso il Villaggio Lido D’Abruzzo di Roseto degli Abruzzi (Teramo); due settimane di soggiorno dal 28 agosto al 4 settembre e dal 4 all’11 settembre in località montana presso l’Hotel Milano di Asiago (Vicenza). Durante ogni settimana di soggiorno verranno organizzate escursioni di mezza giornata e attività sportive, socio-ricreative e ludiche.

 

 

L’IMPORTANZA DEI VOLONTARI

I volontari hanno rappresentato sin dalla costituzione dell’Ente un pilastro su cui utenti, famiglie e l’intera Organizzazione hanno potuto contare, consentendo attività, singole o di gruppo, altrimenti impossibili. Il loro supporto consente alle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali di fare esperienze e di relazionarsi con il mondo esterno. I volontari, inoltre, offrono alle famiglie importanti momenti di sollievo, in cui la loro presenza è necessaria per garantire un rapporto di uno a uno rispetto agli utenti e quindi assistenza costante, accompagnamento e supporto nella comunicazione.

Scarica gli allegati

Nazionale
PDF Document
Campania
PDF Document
Abruzzo
PDF Document
Veneto
PDF Document