La Ricerca sulla Sordocecità

La ricerca e la sperimentazione sono aree di grande impegno per la Lega del Filo d’Oro. L’Ente, a questo proposito, ha dato vita, presso la sede di Osimo, a un Centro di Ricerca per l’area psicopedagogica e tecnologico-riabilitativa che, su richiesta dei servizi riabilitativi e in base alle esigenze degli utenti, progetta, costruisce e sperimenta metodologie e strumenti di supporto ai sordociechi e ai pluriminorati psicosensorialiEssere pluriminorati psicosensoriali significa avere una disabilità congiunta della vista e dell’udito, una minorazione di entrambi i canali sensoriali e una disabilità intellettiva, oltre a ... per permettergli di interagire con l’ambiente e acquisire, se possibile, un proprio livello di autonomia. Intensa e costante è anche la collaborazione e il dialogo con il mondo scientifico e universitario, con il quale il Comitato Tecnico-Scientifico lavora da oltre 20 anni per definire le linee di ricerca in campo biomedico, psicopedagogico e tecnologico-riabilitativo e per promuovere una cultura scientifica che si traduca in approcci operativi omogenei e coerenti. Tra i progetti attualmente portati avanti dal Centro di Ricerca c'è l’esame di soluzioni per disabili che presentano seri problemi a livello motorio, che ha permesso lo sviluppo di tecnologie come i microswitches, studiati per agevolare la deambulazione, per migliorare gli schemi di risposta, le espressioni vocali e favorire comportamenti di autodeterminazione.