Torna indietro
Francesco, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, gioca con un giocattolo. Un'operatrice lo abbraccia e ride insieme a lui.
Chi aiutiamo
Sosteniamo le persone sordocieche e con disabilità sensoriale e le loro famiglie.
Legadelfilodoro Nuovo Centro Nazionale Interni
Dove aiutiamo
Il nostro Centro Nazionale è a Osimo, ma ci sono altre nove sedi in Italia.
Alberto, un utente della Lega del Filo d'Oro, e un'operatrice ridono di gusto insieme.
Come aiutiamo
Assistiamo, educhiamo, riabilitiamo chi non vede e non sente valorizzandone al massimo le potenzialità.
Andrea e Eleonora, due centralinisti della Lega del Filo d'Oro, sono fotografati mentre lavorano. Eleonora ha la cornetta del telefono appoggiata all'orecchio ed è seduta alla scrivania. Andrea sta lavorando al computer. Entrambi guardano verso la fotocamera.
Parla con noi
Possiamo esserti d’aiuto? Compila il form e invialo!
Primo piano di Leonardo, bambino con sindrome di Charge, protagonista dello spot per la campagna della donazioni regolari
Donazioni Regolari
Scegli di adottare un Mondo di Sì per chi non vede e non sente. Con una donazione regolare puoi aiutare Leonardo e tanti bambini come lui.
Edoardo, un bambino ospite della Lega del Filo d'Oro, sorride mentre gioca con una palla fucsia e viene preso in braccio da un'operatrice. Lo sfondo dell'immagine è arancione.
Come sostenerci
I modi per sostenerci sono tanti: ogni tua azione è preziosa e ci permette di fare la differenza.
Una vista aerea del Centro Nazionale della Lega del Filo d'Oro di Osimo, una nuova grande casa per le persone sordocieche
Progetti in cantiere
Abbiamo tanto da fare per dare un aiuto concreto a chi non vede e non sente.
Paola Rupili, utente adulta del Centro di Osimo, sorride insieme alla fisioterapista che la affianca in una sessione di idroterapia in piscina
Le nostre storie
Nessuno resta indietro, tutti hanno una storia di rinascita da raccontare.
Francesco lavora il midollino nel laboratorio di riabilitazione per costruire dei cestini
Essere sordociechi
Con gli strumenti giusti puoi diventare protagonista della tua vita.
14
dicembre
2021

Servizio Civile: 21 progetti per l'assistenza alle persone fragili

Foto di gruppo di 9 giovani volontari con mascherine chirurgiche

Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Sacra Famiglia e Fondazione Lega del Filo d’Oro si mettono in rete con 21 nuovi progetti rivolti ai giovani che scelgono il Servizio civile. I progetti vengono presentati in occasione della Giornata nazionale del Servizio Civile

Milano, 14 dicembre 2021 - Tre importanti realtà attive nell’ambito dell’assistenza, cura e riabilitazione delle persone fragili, anziane, con disabilità e con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale - Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Sacra Famiglia e Fondazione Lega del Filo d’Oro – presentano, in occasione della Giornata nazionale del Servizio civile, 21 nuovi progetti per il 2022 per un totale di 392 posti disponibili, tutti approvati e finanziati dal Dipartimento per le Politiche giovanili e Servizio civile universale.

Le Fondazioni Don Gnocchi, Sacra Famiglia e Lega del Filo d’Oro sono legate ormai da una partnership consolidata nell’ambito del Servizio civile, condividendo una forte e pluriennale competenza nel settore che garantisce la consistenza professionale dei progetti.

“L’esperienza di servizio civile che proponiamo anche per il prossimo anno accanto a persone con disabilità e anziani, in Italia ma anche all’estero – sottolinea don Vincenzo Barbante, presidente della Fondazione Don Gnocchi – vuole venire incontro al desiderio di gratuità e solidarietà presente in tanti giovani. La sfida per noi operatori della Fondazione è metterci in gioco con atteggiamento di servizio verso i giovani che sceglieranno di intraprendere il cammino all’interno dei nostri Centri. La scommessa è quella di dar vita a un percorso formativo efficace e sapiente e potremo vincerla soltanto se sapremo reciprocamente metterci in ascolto gli uni degli altri, perché la cura della fragilità significa soprattutto relazione”.

I progetti si rivolgono ai giovani dai 18 ai 29 anni che sceglieranno questo percorso prestando servizio nei diversi centri di assistenza dei tre enti promotori presenti in tutta Italia - da Milano a Termini Imerese (PA) - e all’estero - Bolivia e Ecuador - supportando il personale socio-sanitario nella cura delle persone assistite. I percorsi proposti, che saranno guidati da professionisti del settore presenti nelle strutture, si concentrano ognuno su un particolare aspetto dell’assistenza alle persone con disabilità e anziani, come l’attività motoria, l’introduzione all’uso della tecnologia, attività dedicate a promuovere l’autonomia e la socialità dei pazienti.

“Il volontariato in Sacra Famiglia è un valore fondamentale: l'apporto dei volontari è molto importante per le persone fragili, disabili e anziani, perché incide positivamente sulla loro qualità di vita e dona ricchezza di relazione alla cura. Accanto al volontariato tradizionale, in Sacra Famiglia è cresciuta anche l’esperienza del Servizio Civile, giovani che offrono un anno della loro vita a favore di chi ha bisogno», osserva don Marco Bove, presidente di Fondazione Sacra Famiglia. «Di anno in anno, coloro che hanno portato a termine il servizio ci hanno sempre ringraziato, avendola riconosciuta per loro come un’occasione preziosa di crescita e di maturazione. È un'esperienza fondamentale che è opportuno offrire a tutti i giovani che lo desiderano, perché è uno degli strumenti oggi più efficaci per insegnare il rispetto e la gratuità e fare prevenzione contro ogni forma di violenza e di disprezzo delle persone fragili e svantaggiate”.

“Il servizio civile presso la Lega del Filo d’Oro rappresenta un’importante opportunità per vivere un'esperienza di solidarietà che permetterà, a chi ne farà parte, di crescere umanamente e acquisire nuove competenze - dichiara Rossano Bartoli, Presidente della Fondazione Lega del Filo d'OroI volontari avranno la possibilità di operare in una Organizzazione punto di riferimento in Italia per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, aiutandole ad uscire dal loro isolamento fatto di buio e silenzio. Una preziosa occasione di relazione, che aiuterà chi non vede e non sente ad essere più partecipe della propria vita”.

I ragazzi che intraprendono questo percorso sono sostenuti da un forte percorso formativo, che talvolta può rivelarsi un’occasione per riorientare il proprio percorso professionale.

Nonostante le limitazioni dovute all’emergenza Covid, sono 78 i giovani che quest’anno stanno prestando servizio civile presso i centri di questi tre enti e vista la risposta positiva del 2021, si è voluto incrementare il numero di progetti e di posti offerti, anche considerato il valore concreto di questo servizio per queste realtà no profit, in cui operano complessivamente 8.420 persone, e 2.210 volontari.  

Per candidarsi è necessario accedere al bando, con scadenza 26 gennaio 2022, pubblicato sul sito https://www.politichegiovanili.gov.it/comunicazione/news/2021/12/bando-ordinario-2021/

Informazioni sui singoli progetti possono essere consultate sul sito di Fondazione Don Gnocchi, Fondazione Sacra Famiglia e Fondazione Lega del Filo d’Oro.

 

Fondazione Don Gnocchi
La Fondazione Don Gnocchi è una realtà non profit istituita quasi settant’anni fa da don Carlo Gnocchi che oggi, grazie a un modello finalizzato alla presa in carico globale della persona, accoglie, cura e assiste anziani e persone con disabilità, anche gravi, di tutte le fasce di età. All’interno della Fondazione prestano servizio 5.950 operatori - tra personale dipendente e collaboratori professionali – dedicati all’assistenza di oltre 9.200 persone in media ogni giorno. Con le sue strutture presenti in nove regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Marche, Lazio, Campania e Basilicata) dispone complessivamente 3.700 posti letto accreditati e operativi in degenza ordinaria e day hospital.

Fondazione Sacra Famiglia
Fondazione Sacra Famiglia è una organizzazione non profit che da 125 anni accoglie, cura e accompagna bambini, adulti e anziani che soffrono di complesse e gravi fragilità o disabilità fisiche e psichiche attraverso una rete di strutture e servizi in regime residenziale, diurno e ambulatoriale. Grazie ai suoi 1800 dipendenti e collaboratori, nel 2020 ha assistito 11.500 persone nelle oltre 60 Unità di accoglienza e di riabilitazione in Lombardia, Piemonte e Liguria. 

Fondazione Lega del Filo d’Oro Onlus
“Un filo prezioso che unisce le persone sordocieche con il mondo esterno”. Dal 1964 la Lega del Filo d'Oro è il punto di riferimento in Italia per l’assistenza, l’educazione, la riabilitazione, il recupero e la valorizzazione delle potenzialità residue e il sostegno alla ricerca della maggiore autonomia possibile delle persone con sordocecità e pluriminorazione psicosensoriale. Oggi la Lega del Filo d’Oro è presente in dieci regioni e segue ogni anno oltre 950 utenti provenienti da tutta Italia svolgendo le sue attività nei Centri e Servizi Territoriali di Osimo (AN), Sede principale dell'Ente, Lesmo (MB), Modena, Molfetta (BA) e Termini Imerese (PA) e nelle Sedi Territoriali di Novara, Padova, Pisa, Roma e Napoli.

Scarica gli allegati

PDF Document