Nicolò e mamma Antonella: una storia di conquiste contro ogni aspettativa

Mi chiamo Antonella. Ho avuto una gravidanza apparentemente senza problemi, ma purtroppo quando il mio piccolo Nicolò è nato, il 7 settembre del 2010, non aveva occhi, né nervo ottico, non sentiva e non si muoveva.

Nicolò: la sorpresa di un sorriso
Un sogno grande, una passione per le sfide e la voglia di affrontare gli ostacoli, nonostante la sindrome di Usher
La forza di un piccolo bambino e i sorrisi ritrovati della sua famiglia
Spesso nella vita ci sono porte che si chiudono e sembra impossibile riaprirle. Ma non è così. Con coraggio dopo una porta chiusa, può aprirsi un portone. E per Simone quel portone è stato quello del Centro di Osimo della Lega del Filo d'Oro
Delle volte la vita ti fa percorrere una strada difficile e piena di ostacoli, occore avere il coraggio di cambiarla per camminare finalmente verso il futuro.

Scopri le altre storie