Il mio sorriso dice che mi sento a casa

Non parla, ma sa far capire che è felice: Benny vive a Osimo, ospite della nostra Associazione, per essere seguito in modo continuativo. La nonna: "L'ho portato alla "Lega" e subito ho capito che quello era il suo posto"

Benito: il mio sorriso dice che mi sento a casa
Mio figlio Michael è un tirabaci: bello come un divo del cinema. Ma non può vedere bene per una grave ipovisione; non riesce a parlare a causa di un ritardo cognitivo e un ritardo motorio gli impedisce di camminare.
Senza limiti. E' così che voglio far vivere la vita a mio figlio.
Gioia ha la sindrome di Charge e una famiglia forte e coraggiosa che le vuole bene. Leggi la sua storia attraverso le parole di mamma Nadia.
La vita vince sempre. Io ne sono la prova.

Scopri le altre storie